Corpo a corpo di Roberto Zappalà a Milanoltre festival. Il commento di Francesca Esposito

C’è tutto quel che serve, fin da subito. Due pugili prima che danzano, due ballerini che combattono poi.
Roberto Zabbalà porta in scena il quadro animato Corpo a Corpo (1° canzone su Caino e Abele), in occasione della rassegna MilanOltre, il festival che da 32 anni racconta la danza contemporanea a Milano.
Una metafora primitiva, sotto le luci di un tableaux vivant dai toni post caravaggeschi, quella in cui i due ballerini gemelli – gli incredibili Gaetano Montecasino e Fernando Roldan Ferrer – sperimentano Caino e Abele nella violenza, nei sentimenti bestiali, inumani, del bene e del male che – come nella realtà – si continuano a scambiare le parti.
Il progetto in scena all’Elfo ha dato avvio al percorso del coreografo catanese ispirato all’episodio della Genesi ed è composto da tre spettacoli. Con le musiche di Nick Cave e Johannes Brahams, i 55 minuti della performance si trasformano in una danza mitologica e asetticamente macabra, dove si mescolano e si alternano i movimenti dell’invidia, i palpiti dell’amore, i suoni della lotta, le dinamiche dell’attrazione. L’indagine, nata da un’idea di Nello Calabrò e Roberto Zappalà e co-prodotta da Scenario Pubblico/Compagnia Zappalà Danza-Centro di Produzione della Danza e Bolzano Danza/Tanz Bozen, si ambienta in un ring, metafora del doppio. Blu e rosso, buono e cattivo, vittima e carnefice, dentro e fuori, io e l’altro. Le parti sono quelle, bibliche e manichee, e non sono ammesse sfumature. Il pubblico a seguire agguerrito l’incontro, a tifare, come in un tribunale, in uno stadio, in un seggio elettorale. Chi per l’uno e chi per l’altro.

Visto a Milanoltre festival il 10 ottobre 2018
CORPO A CORPO
da un’idea di Nello Calabrò e Roberto Zappalà
coreografia, regia e costumi Roberto Zappalà
musiche Nick Cave, Johannes Brahms
danzatori Gaetano Montecasino, Fernando Roldan Ferrer
realizzazione costumi Debora Privitera
luci Roberto Zappalà
direttore tecnico Sammy Torrisi
produzione e management Maria Inguscio
dal progetto Liederduett (due episodi su Caino e Abele)
co-produzione Scenario Pubblico/Compagnia Zappalà Danza-Centro di Produzione della Danza e Bolzano Danza/Tanz Bozen
in collaborazione con KORZO (Den Haag, NL) e MilanOltre Festival
con il sostegno di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e Regione Siciliana Ass.to del Turismo, Sport e Spettacolo
Foto Serena Nicoletti

Latest from ARTICOLI FINALISTI

Vai a Top