Cerchiamo di dare il giusto peso a chi assiste a un nostro lavoro

Anche Lino Musella e Paolo Mazzarelli hanno risposto alle nostre quattro domande sulla critica.

Lino e Paolo, quanto peso date a ciò che la critica scrive del vostro lavoro all’indomani di un debutto? 
Cerchiamo di dare il giusto peso a chi assiste a un nostro lavoro, soprattutto all’indomani di un debutto e leggiamo con interesse le critiche. A volte perché stimiamo personalmente chi scrive e quindi il suo parere ci interessa a prescindere, a volte perché la critica può avere una qualche influenza sull’esito del lavoro, le altre volte perché si tratta comunque di uno sguardo in più, diverso dal nostro.

Vi interessate solo delle grandi firme della carta stampata o anche di cosa scrivono sul web critici meno rinomati? 
Il web avrà sempre meno da invidiare alla carta stampata. La rete  permette una grande libertà e diffusione. Ma a volte un po’ di confusione…

C’è stato un giudizio di un critico, che ha influenzato il vostro lavoro?
Sarebbe bello poter rispondere di si ma, se parliamo di influenze profonde, sarebbe una bugia.

Ricordate una stroncatura che vi ha fatti particolarmente arrabbiare? 
Quello che a volte fa arrabbiare è l’indifferenza, o la superficialità con cui un qualcosa di potenzialmente valido viene liquidato.   Se parliamo della Compagnia MusellaMazzarelli, c’è stata una fase, poi fortunatamente superata, in cui il nostro voler scrivere era guardato dalla critica e dagli operatori con una certa dose di scetticismo, come a dire: “siete bravi attori, fate quello”. Quello, ci faceva un po’ arrabbiare. Ma può anche essere una arrabbiatura fruttuosa.

 

Paolo Mazzarelli e Lino Musella si sono conosciuti nel 2000 per caso a Milano e hanno subito scelto di lavorare insieme. Nove anni dopo  hanno messo in scena Due cani, interamente scritto, diretto e interpretato da loro. Poi è venuto Figli di un brutto Dio, che li ha fatti conoscere nei teatri italiani. Nel 2011 è nato Crack machine, il terzo lavoro a due attori e quattro personaggi. Il quarto spettacolo della compagnia MusellaMazzarelli è La società. L’ultimo è Strategie fatali, con il quale hanno vinto il Premio HYSTRIO alla drammaturgia 2016.

Latest from NEWS

Vai a Top