Cosa pensa Massimo Popolizio della critica teatrale?

Abbiamo chiesto a Massimo Popolizio che peso dia a quanto i giornali scrivono su di lui; come si rapporti ai giudizi espressi dai critici sul suo lavoro; se sia mai stato influenzato nelle sue scelte di attore dal giudizio di un critico.
Ci ha risposto in sintesi:

La mia posizione riguardo alle vostre domande è questa: venendo da un teatro pubblico e avendo lavorato per quasi 30 anni con Luca Ronconi, ho imparato il rispetto per le critiche e per le opinioni diverse.
Nessun parere favorevole o contrario al mio modo di lavorare ha mai influito sulle scelte che ho fatto.
Altra cosa sono i giudizi artistici delle persone (attori, registi, scenografi, costumisti) che ho avuto la fortuna di incontrare. Probabilmente sono quelli che ricordo di più e che contribuiscono alla tua crescita artistica e umana.

Massimo Popolizio, attore di teatro e di cinema, e regista teatrale.
In questa stagione 2017/18 è in tournée con Copenhagen, accanto a Umberto Orsini e Giuliana Lojodice. A diciott’anni dalla Prima di questo spettacolo rivelazione, questi tre signori della scena ridanno vita ai protagonisti del dramma di Michael Frayn.
Copenhagen è uno degli spettacoli segnalati all’attenzione dei concorrenti di Lettera 22.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Latest from NEWS

Vai a Top