Paolo Fresu e Marco Paolini a Scene di paglia, nel cuore del Veneto

Dal 17 giugno al 2 luglio 2017 la IX edizione di Scene di paglia, il festival diretto da Fernando Marchiori che porta 11 spettacoli in 6 comuni tra Padova e Venezia in 8 spazi insoliti: casoni di campagna e di laguna, barchesse, parchi, idrovore, case coloniche, scuderie, parchi storici, angoli urbani.
Apre il 17 giugno il concerto di Paolo Fresu Devil Quartet in Piazza Vittorio Emanuele II di Piove di Sacco: un viaggio tra Africa e mondo occidentale attraverso il jazz, il rock e il meticcio.
Sabato 24 Marco Paolini dedica al festival un progetto speciale: “Maratona Numero Primo” (in due parti: “Studio per un nuovo Album” e “Istruzioni per l’uso”), che esplora il nostro rapporto con la tecnologia e l’intelligenza artificiale, al Casone Ramei di Piove di Sacco. Domenica 25 lo stesso luogo ospita “The hard way to understand each other”, della compagnia Teatro Presente. Lunedì 26 Gianmarco Busetto interpreta “Rukeli”, pugile di origine sinti, campione nella Germania nazista e autore di un potente atto di resistenza prima di finire in un Lager. Martedì 27 al Casone Azzurro di Arzergrande i due clown svizzeri Simone Fassari Camilla Pessi della compagnia Baccalà portano “Pss Pss e il resto è storia”, spettacolo vincitore di 12 premi internazionali. La Corte Benedettina di Legnaro mercoledì 28 fa da scenario a “Il Cielo e le Selve”, lo spettacolo di Pino Petruzzelli, omaggio a Mario Rigoni Stern. Giovedì 29 Vincenzo Pirrotta a Ca’ Sagredo a Conselve racconta “Il Furioso Orlando”: la vicenda amorosa che muove il capolavoro di Ariosto, la fuga della bella Angelica e la pazzia di Orlando. Venerdì 30 nella storica idrovora di Codevigo va in scena “Carmen che non vede l’ora”, della Compagnia Bartolini Baronio: il viaggio di una donna alla ricerca del proprio posto nel mondo. “Lireta – a chi viene dal mare”, di Mario Perrotta, con Paola Roscioli tratto dalle pagine del diario di una donna albanese che è arrivata in Italia in gommone attraverso le acque del mediterraneo, è alle Scuderie la Gardesana di Sant’Angelo il 1 luglio. Chiude il festival il 2 luglio ai Casoni della Fogolana di Valle Millecampi (Codevigo) “L’angelo abietto: un concerto di parole e suoni” con Marco Sgrosso e un trio jazz su musiche di Chet Baker, Felice Del Gaudio al contrabbasso, Guido Guidoboni alla tromba, Nico Menci al pianoforte.

Per il programma completo vai…

Latest from NEWS

Vai a Top