Anne Teresa De Keersmaeker apre MILANoLTRE Festival 2017

Lo spettacolo storico di Anne Teresa De Keersmaeker, lo spettacolo che nel 1983 ha segnato la nascita della compagnia e ne costituisce un manifesto poetico, “Rosas danst Rosas” apre la XXXI edizione di MILANoLTRE Festival: un universo al femminile dalla gestualità inesauribile scandita dalla musica originale di Thierry De Mey e Peter Vermeersch (28-29/09). Il programma prosegue con “Ossidiana” (30/09) e con Rain sequence (1/10) coreografie di Fabrizio Favale; Romeo e Giulietta (1/10) e I am Beautiful (3/10) di Roberto Zappalà; Habitdata (4/10) coporodotto da MilanOltre e firmato da Ariella Vidach, sul rapporto tra biologia e robotica: un braccio meccanico codifica i movimenti dei danzatori, entrando in relazione con essi; e Sono il Bianco del Nero (27-29/10) di Susanna Beltrami, anch’esso coprodotto da Miol. Il 5/10 Fattoria Vittadini presenta To this purpose only, firmato dal duo berlinese Matanicola, un affresco danzato dell’Italia odierna; il 9/10 Daniel Abreu mette in scena la forza primigenia che genera l’impulso distruttivo, l’Odio; il 12/10 i danzatori cercano di scoprire come liberare il proprio vero “io” in My True Self, coreografia di Maya Weinberg. Dal 5 al 12/10 è la volta del Focus Canada: due titoli per Louise Lecavalier, icona internazionale e anima rock della danza fin dagli anni ’80: Battleground (7/10) e So Blue (8/10). Lieux 14/Lorganisme porta in scena Con Grazia (7-8/10) che indaga il nostro desiderio di distruzione in equilibrio tra grazia e brutalità. Practices of Everyday Life – Cooking è la performance multisensoriale di Tony Chong/Navid Navab (10/10), orchestrata intorno a un cuoco. Doppio appuntamento con Out/Inner/Space, compagnia guidata dai visionari artisti David Raymond e Tiffany Tregarthen: Major Motion Picture (13/10) si interroga sulla nostra società attraverso personaggi eccentrici e senza legge; Me So You So Me (14/10) è una storia d’amore, racchiusa in una coreografia irriverente e articolata. Enzo Cosimi è presente con quattro lavori: Bastard Sunday (11/10), uno dei cavalli di battaglia della compagnia, ispirato a Pier Paolo Pasolini; Estasi (15/10) sul tema del Desiderio; Corpus Hominis (14/10), indagine sull’omosessualità in età matura in rapporto alla contemporaneità, spettacolo spietato e commovente; La bellezza ti stupirà (21-22/10), in cui Cosimi lavora sulla diversità con un gruppo di homeless.

Per info e programma completo vai…

 

E inoltre: Stratagemmi-prospettive teatrali curerà nell’ambito del festival un percorso di formazione per giovani critici di danza: dal 30 settembre al 16 ottobre su www.stratagemmi.it saranno raccolti gli articoli prodotti da MilanOltreView – l’osservatorio critico, in redazione 14 giovani universitari.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Latest from NEWS

Vai a Top